sabato 10 luglio 2010

CI SONO ANCHE SE NON SEMBRA

Nel senso che non ho più scritto nulla perché non mi sentivo nulla da scrivere.
E mettere giù due righe false tanto per scrivere qualcosa non mi andava.
Dopo la giornata piovosa ai parchi di Nervi abbiamo fatto una puntata a Bardonecchia dove con due cari amici abbiamo condiviso oltre all'eliminazione della nostra nazionale di calcio anche due belle gite oltre i 2000 metri.
Il tempo è stato clemente e non ci siamo bagnati malgrado qualche acquazzone.
L'intento iniziale era quello di vedere la fioritura dei rododendri


ma questa era ancora in ritardo così ho fotografato qualche particolare dei boccioli prossimi all'apertura











e tanti altri fiori meravigliosi




Oltre ai fiori caratteristica di queste gite sono stati gli animali:
prima di tutti i nostri fedeli cagnoloni

Grey
e Ghibly, il cane dei nostri amici

qui pronti nel portabagagli dell'auto per affrontare qualsiasi avventura


e qui, finita la sgroppata quotidiana su e giù per i prati e i torrenti, esausti dormono in attesa della pappa a casa

Siamo stati poi circondati da un greggie di pecore francesi precedute da un asinello e accompagnate dai tipici cani da pastore
video


video



infine al lato della strada, dopo averle viste in lontananza e sentite fischiare ecco una marmotta che senza paura si fa fotografare quasi in posa per noi


poi questa chiesa costruita su un'antica roccaforte

con il cimitero tutto intorno







e un'interno molto suggestivo, mi ha ricordato i Templari, chissà perchè ?





e ora siamo a casa e fa finalmente caldo : è proprio estate !!!

3 commenti:

Caty ha detto...

Qunado si dice un gregge di pecore !!la montagna è sempre bella e secondo me più vera di altre parti.Si , è arrivata l'estate anche se io preferirei un caldo non torrido!!un abbraccio

Luca and Sabrina ha detto...

Quanto ti capiamo, siamo talmente a corto di energie che anche noi siamo un po' in panne col blog, diciamo che è colpa dell'afa che ci opprime da quando è finita la stagione delle piogge!
Poi una pausa di tanto in tanto ci vuole, la tua in mezzo al verde è stata una boccata d'ossigeno in tutti i sensi, anche noi cerchiamo di regalarci di queste giornate, ne abbiamo bisogno sia mentalmente che fisicamente! dolce dolce la foto dei tuoi cagnoloni accovacciati stremati nel bagagliaio, poveri, hanno dato fondo a tutte le loro energie!
Un abbraccio
Sabrina&Luca

Caty2 ha detto...

Pensare che la montagna estiva l'ho conosciuta solo alla tenera età di 37 anni!!!
Infatti sono una camminatrice che non ama portare zaino o altri pesi sulle spalle e li cedo sempre molto volentieri a Enzo senza per questo sentirmi sminuita!